Ritratto di Eleonora di Toledo con suo figlio Giovanni Medici – Agnolo Bronzino

Ritratto di Eleonora di Toledo con suo figlio Giovanni Medici   Agnolo Bronzino

Agnolo Bronzino era un rappresentante del Manierismo, un movimento pittorico sorto nelle profondità del Rinascimento in declino.

Il manierismo pone l’arte al di sopra della natura, quindi una certa freddezza che emana dalle opere dell’artista. Allo stesso tempo, i ritratti della sua mano sono pieni della conoscenza di una persona che è disponibile solo per i grandi maestri. Eleonora di Toledo, figlia del viceré napoletano e moglie di Cosimo I Medici, e i suoi figli Bronzino scrissero più di una volta, ma questo ritratto è forse il migliore. È rappresentata qui come sovrana della Toscana.

La donna è vestita con un lussuoso abito di broccato d’argento con ricami in oro, sulla sua testa c’è una rete di perle, sul suo petto ci sono collane di perle, il suo viso è trafitto e ha un’espressione distaccata. Ma la piccola paffuta Eleonora sta abbracciando, costringendola a dimenticare il suo titolo e vedere che di fronte a noi c’è, innanzitutto, una madre che ama suo figlio e si preoccupa per lei.

Ansia materna che non riusciva a nascondere nemmeno per motivi di etichetta e notata agli occhi di una donna del Bronzino. Si scopre che il lussuoso abito dell’intero duchessa è una sorta di manovra di distrazione che costringe lo spettatore a considerare cose minori per poi incontrare i suoi occhi con Eleanor e capire che questa immagine è stata creata da un artista che ha capito profondamente la persona.

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (2 votes, average: 5,00 out of 5)