Signore, vieni Kamo? – Annibale Carracci

Signore, vieni Kamo?   Annibale Carracci

Questa foto, nonostante le sue modeste dimensioni, fa sempre una profonda impressione sul pubblico ed è considerata uno dei capolavori di Annibale Carracci. L’artista tracciò la trama dell’opera dall’apocrifo paleocristiano, che fu successivamente ripetutamente ripetuto nella vita medievale dei santi.

L’apostolo Pietro trascorse gli ultimi anni della sua vita a Roma. Quando iniziò la persecuzione dei cristiani, decise di fuggire dalla città. Sulla via Appia, Cristo l’ha incontrato. Peter gli chiese: “Signore, vieni a Kamo?” .

Il Salvatore disse al discepolo che sarebbe andato di nuovo a Roma per essere crocifisso. Quindi Pietro si vergognò della sua fuga e considerò le parole di Cristo come un comando per tornare in città e subire la morte di un martire lì. Questa trama, nonostante il suo dramma, è piuttosto rara nella pittura, ma Carracci l’ha incarnata almeno due volte.

Un anno prima di iniziare a lavorare su questa immagine, aveva già raffigurato l’incontro dell’Apostolo Pietro con Cristo sulla via Appia sull’arco della Cappella Cherasi nella chiesa di Santa Maria del Died. È vero, il primo lavoro non differiva nell’espressività e nella profondità che sono caratteristiche del quadro presentato qui.