Nido di gufi – Hieronymus Bosch

Nido di gufi   Hieronymus Bosch

Guardando i dipinti di Hieronymus Bosch, i gufi qua e là, molte volte mi sono venuti in mente. La scorsa settimana ho ascoltato una lezione sul suo lavoro, in cui è emerso il tema del simbolismo, e volevo dare un’occhiata più da vicino a Bosch.

Per i contemporanei Bosch, i suoi dipinti hanno avuto un significato molto maggiore rispetto a noi. L’arte di Bosch è piena di vari simboli che contenevano informazioni abbastanza specifiche per una persona medievale. Il significato di molti di essi è stato a lungo perduto e persino quei simboli che sono ovvi per noi possono essere interpretati in diversi modi: da un punto di vista religioso o mistico.

Nonostante il pensiero peculiare di Bosch, la Chiesa ha riconosciuto le sue opere e non le ha considerate eretiche. Bene, non penserò all’albero; puoi leggere tutto questo su Wikipedia o sul sito Web Bosch.

Per quanto riguarda le creature viventi – principalmente nelle foto di Bosch c’è un bestiario biblico di animali “impuri”: un rospo, un maiale, una lepre, un serpente. E, naturalmente, il gufo, che Bosch ha raffigurato un gufo in molti dei suoi dipinti. A volte la portava nel contesto di personaggi che si comportavano in modo insidioso o si abbandonavano al peccato mortale.

Pertanto, si considera che il gufo, come un uccello notturno, serve il male e simboleggia la spietatezza e la cecità spirituale di tutte le cose terrene.