Mette Gauguin in un abito da sera – Paul Gauguin

Mette Gauguin in un abito da sera   Paul Gauguin

Il ritratto della moglie di Mette-Sophie Gogen, nata Gad, fa riferimento al primo periodo del lavoro dell’artista.

Con un giovane pittore danese Mette incontra nella casa del suo patrono e amico intimo della madre Gustova Arosa. È grazie ad Aroso che Gauguin riceve la posizione di agente di borsa e risolve i suoi problemi finanziari.

Nel 1873, Mette e Paul si sposarono e nel giro di un anno nacque il loro primo figlio, Emil. In totale, la coppia avrà cinque figli. Tuttavia, i bambini non potevano salvare la famiglia e quando Gauguin partì per la Polinesia, erano già liberi l’uno dall’altro.

Oggi è difficile dire cosa abbia causato il divario, le difficoltà materiali derivanti dal fatto che Gauguin ha lasciato il suo lavoro, le differenze di carattere o semplicemente la libera personalità dell’artista-creatore, che non ha tollerato alcun vincolo nei suoi confronti. La coppia si sciolse gravemente, non riuscendo a mantenere relazioni amichevoli, così che Mette non si considerò nemmeno obbligata a informare il suo ex marito della morte del figlio di Clovis nel 1900.

Il ritratto di Mette fu dipinto nel 1884, quando era ancora lontano dalla separazione. Vediamo una donna matura in un bellissimo abito elegante e in possesso di un fan. Questo è il periodo ricco del lavoro di Mette-Gauguin come mediatore e la pittura non è ancora diventata il suo reddito principale e molto variabile.

L’artista ci ha presentato al coniuge quasi di profilo, le caratteristiche non possono essere considerate. Un naso affilato, una pelle bianca come la neve, capelli folti, vestiti con un capello alto – questo è tutto ciò che si può dire dell’aspetto di Madame Gauguin.

Nello stile dell’opera puoi vedere che l’autore è ancora lontano dalla formazione finale delle sue maniere. Piuttosto, questo lavoro ha un classico orientamento impressionistico. Non c’è ancora nessun colore, una linea chiara, un contorno, una postura statica.

L’immagine respira pace e ammirazione. È come se Gauguin e io stessimo guardando la bella Mette, che guarda con interesse al fianco, con le sue mani guantate che stringono un ventaglio colorato.

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (2 votes, average: 3,50 out of 5)