Rose – Konstantin Korovin

Rose   Konstantin Korovin

I ricercatori del famoso pittore impressionista russo e sovietico Konstantin Korovin distinguono uno speciale periodo “floreale” del suo lavoro, che risale all’inizio del ventesimo secolo. In questo momento, il pittore si rivolge soprattutto a te nature morte di fiori.

È a questo periodo di creatività che Korovin applica questo dipinto “Rose”. Come è noto, l’artista ha dedicato più di una tela all’immagine delle rose; è sempre stato attratto da questi fiori maestosi e meravigliosi – vere regine tra gli altri fiori. Le rose rappresentate in questa immagine attirano l’attenzione dello spettatore con il suo aspetto fresco.

L’artista usa tonalità fredde nelle sue opere. I petali dipinti nei toni del rosso sono meravigliosamente in sintonia con i colori grigi di ciò che li circonda. Sembra che l’immagine trasuda freddo e tristezza.

Anche punti luminosi di tonalità calde sembrano casuali su questa tela e non sono in grado di cambiarne l’impressione generale. Quindi l’artista vuole sottolineare l’indipendenza della bellezza di questi colori. La mancanza di trama in questa natura morta di fiori sottolinea ulteriormente l’indipendenza di queste belle, ma così fredde creazioni della natura.

In generale, l’immagine lascia l’impressione di incompletezza, incompletezza. La vaghezza delle linee, unita alla mancanza di elementi distinti, fa sì che lo spettatore percepisca l’intera immagine come un unico insieme, senza concentrarsi su una cosa. In questo modo, l’artista sottolinea ancora una volta non i fiori stessi, ma la loro fredda bellezza e indipendenza.