Ritratto del duca di Urba Francesco Maria della Rovere – Tiziano Vecellio

Ritratto del duca di Urba Francesco Maria della Rovere   Tiziano Vecellio

Francesco Maria della Rovere è il Presidente Urbino dal 1508. Il ritratto fu ordinato, come dimostrano i documenti, nel 1536 e inviato al cliente nel 1538. Tiziano, a quanto pare, fece dalla natura solo uno schizzo della persona, e il ritratto stesso fu scritto a Venezia, dove la preziosa armatura del duca fu inviata all’artista.

In una lettera al suo avvocato a Venezia, il duca chiede a Leopardi di comunicare a Tiziano che l’armatura è molto costosa e deve essere trattata con cura. A giudicare dal disegno preparatorio degli Uffizi, in queste armature Tiziano pose un modello a Venezia. Pietro Aretino ha dedicato a questo ritratto una lettera entusiasta e un sonetto, inviati da lui alla poetessa Veronica Gambara il 7 novembre 1537. Ritratto entrò a Firenze da Urbino nel 1631 con l’eredità di Vittoria della Rovere