Wyvenhow Park – John Constable

Wyvenhow Park   John Constable

Trascorrere la maggior parte del suo tempo nella natura, Constable quasi sciolto in esso, lo adorava per il dolore nel suo cuore e la natura ha aperto i suoi segreti più segreti agli occhi dell’artista. La bellezza apparve a Constable e nel mormorio del ruscello, e nel cielo coperto di nuvole e nella radura illuminata dal sole.

La vicinanza alla natura ha permesso a Constable nei suoi dipinti di abbandonare le convenzioni e le tradizioni che hanno dominato i suoi predecessori. Non ha riconosciuto l’accademismo nel processo creativo ed è stato uno dei primi nella pittura che ha iniziato a seguire a fondo la natura e a dipingere paesaggi all’aria aperta, senza preoccuparsi della correttezza della composizione e della chiarezza delle linee. Ed è stato questo a dargli l’opportunità di applicare i più grandi punti di forza del suo talento quando lavora su tele per paesaggi.

L’artista ha creato alcuni dipinti in due copie. Alcuni hanno colto il fatto di aver visto direttamente l’occhio dell’artista, altri sono leggermente “corretti” per quanto riguarda le esigenze compositive e di colore. Tuttavia, la seconda opzione sembra molto poco convincente sullo sfondo della freschezza traspirante della prima.

Nonostante tutto, qualsiasi panorama di Constable può essere visto con uguale interesse. “Wyvenhow Park” è stato scritto dall’artista nel 1816 ed è un esempio dei primi lavori. Ma indovina già il potere e la maestosità del pennello di Constable. Questo paesaggio è una chiara indicazione del fatto che Constable non attribuiva assolutamente importanza alla composizione, raffigurando ciò che era davanti ai suoi occhi.

Ma è stato sulla base di questo approccio che sono nati i principi di un paesaggio realistico.

Questa ricerca della realtà determina i punti di forza dell’immagine, uno dei quali è il gioco di effetti di luce e aria. D’altra parte, il Constable è anche assicurato contro gli errori; non ha bisogno di prevedere e prevedere nulla, ma tutto ciò che deve fare è non distorcere la verità della natura e avere un occhio attento. Da qui la sensazione di profondità e spazio aereo che riempie la tela, l’illusione di una chiara giornata di sole.

In primo piano, puoi sentire chiaramente la freddezza dell’ombra che cade dall’albero, sotto la corona della quale l’artista si trovava mentre lavorava sul paesaggio, sullo sfondo – spicca la densità della vernice dalla foresta più frequente a destra. Il posto centrale sulla tela è assegnato alla superficie spazialmente opposta dell’acqua e del cielo, che in realtà creano unità interna. L’acqua riflette il cielo e la libertà spaziale e la variabilità dell’ambiente aumentano visivamente a dimensioni inconcepibili.

L’altro risultato di Constable è la combinazione di colori del cielo. Solo due colori, grigio e blu, e le loro numerose tonalità trasmettono la luce del sole. La natura stessa racconta all’artista le tecniche che danno origine allo spettatore quando esamina un quadro che o quel sentimento, devi solo notarli, da non perdere.

E qui l’artista stessa aiuta di nuovo l’amore del mondo.