Vista italiana – Fedor Alekseev

Vista italiana   Fedor Alekseev

La pittura prospettica, in cui Alekseev era specializzato nell’Accademia delle Arti, era considerata un campo artistico applicato, strettamente legato alle opere teatrali e decorative. Fu in questa zona che Alekseev in Italia aveva bisogno di coltivare, a cui, come si è scoperto, non aveva la minima inclinazione.

L’artista è stato attratto dal paesaggio urbano – il tipo di immagine in cui l’architettura si fonde naturalmente con l’ambiente naturale circostante, vario e pieno di vita. “Visione italiana” ed è diventato finora un timido tentativo di creare una tela, che esprimesse la propria comprensione dei compiti della pittura di paesaggio. Alekseev non era a Napoli e il quadro, secondo gli esperti, è stato scritto in incisione e in parte in immaginazione. Ma l’immaginazione dell’artista non è per la maestosa e grandiosa, ma piuttosto per la realtà idealizzata.

La maggior parte della tela è occupata dal cielo con “classico”, come se stucco, nuvole e acqua, punteggiato da tratti bianchi, che descrivono ingenuamente il leggero movimento delle onde. Composito significa per il trasferimento di uno spazio enorme, ma chiaramente visibile – questo è ciò che Alekseev sta cercando.