Saint Louis, re di Francia e Page – El Greco

Saint Louis, re di Francia e Page   El Greco

Dipinto del pittore spagnolo El Greco “Saint Louis, re di Francia”. La dimensione del dipinto è di 120 x 96 cm, olio su tela. Nome completo del dipinto “St. Louis, re di Francia, con una pagina”.

Luigi IX il Santo – Re di Francia, figlio di Luigi VIII e Blanca di Castiglia; nacque nel 1215 a Poissy. Bello ed elegante, Louis era interessato alla sua giovinezza di ogni sorta di divertimento cavalleresco. Nel 1234 sposò Margherita, figlia del Conte di Provenza.

L’ingresso del re nell’amministrazione cambiò un po ‘la politica del governo: il potere reale era già così forte che non era difficile per Louis mantenere la sua autorità contro i vassalli.

Il re inglese Enrico III cercò di riconquistare il possesso dei suoi antenati, ma Luigi ottenne una brillante vittoria a Talbebur. Nel 1244 il re si ammalò gravemente e fece voto di imporre una croce a se stesso. Dopo aver ricevuto uno stendardo a Saint-Denis, una fionda e uno staff del pellegrino e chiedendo la benedizione del papa a Lione, Luigi e i crociati arrivarono nel settembre 1248 a Cipro e, nella primavera del 1249 in Egitto, a Damietta, che i francesi presero il 6 giugno.

Andando avanti, Louis si avvicinò a Mansoura, ma le forze dei Crociati furono indebolite da conflitti e disordini.

Durante il loro ritiro a Damietta, i Saraceni raggiunsero Louis e lo fecero prigioniero, dal quale il re aveva acquistato la resa di Diamette. Nel maggio 1250 Louis salpò dall’Egitto, ma rimase altri 4 anni in Siria, in attesa dei nuovi crociati.

Con la sua influenza morale, Louis sostenne i cristiani in Palestina, stabilì relazioni con sovrani asiatici e iniziò i lavori per rafforzare Jaffa, Cesarea e Sidone. La fama di lui si è diffusa molto. Dopo aver ricevuto la notizia della morte di sua madre, Louis tornò in Francia dopo sei anni di assenza e iniziò con zelo a fare affari di stato.

Louis non litigava con il sistema del feudalesimo e rispettava i diritti dei vassalli, sebbene non fosse più il primo tra uguali, ma il sovrano. Louis fece molto per riformare la corte e i procedimenti giudiziari.

Ludovic eliminò gli svantaggi del sistema feudale, che non consentiva alla corte suprema del regno, stabilendo il diritto del re di intervenire negli affari dei suoi sudditi come principio generale. Louis vietò il duello giudiziario e le guerre private; insoddisfatto della decisione dei tribunali locali ha ricevuto il diritto di appello alla corte reale.

Louis ha ispirato una fiducia illimitata: anche gli stranieri hanno dato le loro argomentazioni alla sua decisione. C’è una storia su come Louis, dopo la messa, lasciò il palazzo, si sedette sotto una quercia e ascoltò le lamentele di tutti. Sotto Luigi, l’autorità giudiziaria del re si espanse considerevolmente; l’istituzione giudiziaria centrale divenne il parlamento di Parigi, che era composto da colleghi e avvocati.

Tutti i rami dell’amministrazione erano sotto l’occhio vigile di Louis.

I legisti, le cui attività contribuirono notevolmente all’espansione del potere reale, godettero di grande influenza. Louis adorava i libri e l’arte. Fu chiamato Pericle di architettura medievale.

Costruì diligentemente templi: la cattedrale di Reims, l’affascinante chiesa di Sainte Chapelle a Parigi e altri appartengono al suo tempo. Il fallimento della prima crociata non attenuò l’entusiasmo di Louis. Nel marzo 1270 andò a Tunisi, sperando in un appello del sultano locale.

In attesa dell’arrivo di Carlo d’Angiò, Louis era inattivo.

Malattie sviluppate nell’esercito; Il figlio di Louis Tristan morì, lo stesso Louis si ammalò il 3 agosto e il re morì il 25 agosto. Louis fu sepolto a Saint-Denis. Immediatamente dopo la morte di Luigi, la questione della sua canonizzazione fu sollevata da suo figlio, la Francia e l’Europa, che glorificarono all’unanimità la santità del pio re.

Nel 1297, il toro di Papa Bonifacio VIII proclamò santo Luigi IX.