Ritratto di Skobeeva – Vladimir Borovikovsky

Ritratto di Skobeeva   Vladimir Borovikovsky

Ed ecco un altro capolavoro di Borovikovsky – un ritratto di Skobeeva. Figlia di un marinaio di Kronstadt, entrò ancora nella casa di D. P. Troshchinsky come una ragazza, che la sollevò come nobildonna e la fece diventare la sua amante. In partenza per un audit in Siberia, Troshchinsky mandò una giovane donna nella sua tenuta di Smolensk, lontano dalle tentazioni dell’alta vita. È improbabile che avrebbe potuto immaginare che lì la sua amata avrebbe fatto conoscenza con il proprietario terriero locale Skobeyev e lo avrebbe sposato, acquisendo così i diritti della nobiltà. Lavorando su questo ritratto.

Borovikovsky ha ripetuto alcuni trucchi trovati in precedenza.

Posa di una donna. il suo vestito bianco, il braccialetto di perle, una mela in mano – tutto questo è “copiato” dal ritratto di Arsenyev. Tuttavia, questa identità rimane quasi impercettibile: le immagini sono così diverse. Invece di un Arsenyev allegro e frivolo, abbiamo una donna energica con grandi lineamenti, folte sopracciglia nere e uno sguardo severo e determinato.

Si sente la sua concentrazione interiore, carattere eccezionale, chiara, volontà intenzionale.