Ricordi del giardino di Etten – Vincent Van Gogh

Ricordi del giardino di Etten   Vincent Van Gogh

Il dipinto “Ricordi del giardino di Etten” è stato dipinto nel 1888 ad Arles, nel sud della Francia. Il suo motivo è stato ispirato dai ricordi del giardino della casa dei genitori a Etten, in Olanda, i cui contorni sono riconoscibili sullo sfondo. Come è noto dalle lettere di Van Gogh, a immagine di due donne, catturò sua madre e sua sorella Wil.

I ricordi nostalgici si combinano con le impressioni della natura colorata del sud francese. Ciò si riflette nella palette di colori intensi e luminosi. Durante la scrittura di un’immagine, l’artista ha utilizzato sia lo stile puntinistico che varie tecniche grafiche.

Passando attraverso la percezione del filtro dell’autore, la trama diventa espressiva in natura. La composizione è composta da linee ondulate curve, lo spazio tra cui Van Gogh si riempie di tratti dinamici multicolori, dando ai piani del paesaggio una somiglianza con le lingue di fiamma. I contorni di persone e oggetti sono molto condizionati, la prospettiva è quasi assente.

A causa di questa incertezza, unita al caotico mucchio di colori, l’immagine inizia ad assomigliare a un sogno disordinato, in cui alcune immagini sostituiscono rapidamente altre, lasciando dietro di sé ricordi sfocati, ma emotivi. Pertanto, l’autore cerca di rappresentare non tanto il motivo quanto il suo riflesso nella sua mente.