Predicazione di Santo Stefano – Vittore Carpaccio

Predicazione di Santo Stefano   Vittore Carpaccio

Il ciclo di dipinti del Carpaccio, dedicato alla vita di San.. Stefano e scritto per la scuola teologica “Scuola di Santo Stefano” a Venezia, fu lanciato nel 1511. Il Carpaccio raffigura Stefano vestito con gli abiti di un diacono del XVI secolo. e predicare ad un incontro di ascoltatori attenti.

Si erge sul piedistallo di un’antica statua, che simboleggia la vittoria del cristianesimo sul paganesimo.

Una figura con un volto velato dietro un gruppo di donne sedute è un’allusione a una popolare allegoria cristiana, che rappresenta l’ebraismo come una donna bendata, cieca e sorda alla buona notizia dei Vangeli; gli uomini dietro di lei sono probabilmente membri del consiglio della comunità ebraica che ha accusato Stefano di blasfemia.

Il battistero ottagonale alle spalle di Stefano parla dell’inevitabile trionfo del cristianesimo. ST. STEFAN. Stefano è venerato come il primo diacono e martire cristiano.

La leggenda narra che le reliquie di Stefano furono portate a Roma e collocate nella tomba di San.. Lawrence. Quando la tomba fu aperta, Lawrence si mosse per fare spazio a Stephen.

Nella pittura rinascimentale italiana e francese, Stefano è spesso raffigurato come un giovane diacono con un attributo di questo santo – una pietra che è stata uno strumento del suo martirio. Nel ciclo narrativo degli affreschi di Beato Angelico nella cappella di Nicola V a Roma, è raffigurato insieme a San Lawrence.