Paesaggio montano – Konstantin Bogaevsky

Paesaggio montano   Konstantin Bogaevsky

Il dipinto “Paesaggio montano” si riferisce al numero di tele dell’artista, segnato da un’abilità matura. Rappresenta l’immagine collettiva della natura della Crimea orientale. Le rocce di Koktebel, gli splendidi alberi della Vecchia Crimea, i fiumi di montagna del Sudak sono tutti concentrati in un unico maestoso paesaggio. Attraverso un primo piano calmo e ordinato, la vista penetra nella parte centrale dell’immagine, che trasporta il carico principale della trama. Ecco le pendici delle montagne, gli alberi vicino al serbatoio, un ruscello di cascata tra le pietre.

E dietro di loro ci sono le cime delle montagne lontane e il cielo coperto di nuvole. L’artista utilizza i piani di luce e bianco nelle sue opere, ma non sono espressi chiaramente come nei suoi paesaggi dei primi anni ’30.

Bogayevsky raggiunge una transizione cromatica molto sottile da un piano all’altro e quindi dà l’impressione della pienezza e dell’unità delle specie reali. Nella foto, tutto corrisponde alla natura cancellata da essa, ma allo stesso tempo delicatamente generalizzata, ridotta alla costruzione del colore, dove il dominante è il tono ocra-viola caratteristico delle tele pittoriche di Bogayevsky di questo tempo. La generalizzazione del colore naturale nella foto, la selezione al suo interno di toni di oliva, marrone, verde, viola e blu, particolarmente caratteristici della Crimea orientale, portano alla creazione di un’immagine paesaggistica rigorosamente sistemata concepita dall’autore.

L’artista dona un accento di colore energico nel primo albero in assoluto, scritto in terra d’ombra scura con una gradazione di sfumature blu e ocra. Tutto il resto – montagne, piante, cielo con nuvole, terra – dipinge con gli stessi colori, ma con toni più chiari e ovattati. Lo strato di vernice è sottile, posato facilmente e liberamente con la mano fiduciosa del pittore, che è arrivato a questo modo di scrivere in un modo complesso di ricerca, selezione, studio.

Le ombre nella foto sono scritte in colori liquidi, marroni con riflessi blu dal cielo, sfumature blu sono introdotte nel verde degli alberi e viola nella terra marrone-ocra. In questo caso, in ogni singolo soggetto trasferito la sua materialità.

L’intera struttura pittorica e fantasiosa del dipinto “Mountain Landscape” è subordinata a un unico obiettivo, la creazione dell’immagine eroica della natura. Nel rigoroso equilibrio compositivo di linee di contorno e volumi di colore, nell’emozionalità del colore del paesaggio, si sente la maestosità della natura di Crimea, la sua eroica epica.