Inverno. La ragazza alla finestra – Alexander Deineka

Inverno. La ragazza alla finestra   Alexander Deineka

Deineka Alexander Alexandrovich è uno dei pochi artisti che è riuscito a dedicarsi sia alla tecnologia che all’arte. Poteva acquisire simultaneamente conoscenze nella scuola ferroviaria e nello studio d’arte. L’autore ha trovato il suo talento ovunque.

Pur prestando servizio nell’Armata Rossa durante la rivoluzione, egli, con l’aiuto dell’arte, guidò la propaganda intensificata. Ha messo l’anima e la vita del suo popolo nelle sue opere.

La mia attenzione è stata attratta dal suo dipinto “Winter. A Girl by the Window”. Immediatamente, mi è sembrato in qualche modo cupo, scuro e persino incompiuto. Ma a quanto pare, questo è il suo fascino. In primo piano vediamo una stanza con una grande finestra.

Una ragazza è in piedi vicino a lui e guarda pensieroso in strada. Vicino ai suoi piedi un gatto dorme su un piccolo tappeto. Apparentemente, la batteria viene dal calore ed è molto bella. Le tende pendono da un lato della finestra. Hanno un modello orizzontale di diversi colori.

L’unico punto luminoso nella stanza sono i calzini della ragazza, sono bianchi puri rispetto ad altre cose. L’intera stanza è raffigurata nell’oscurità o nell’oscurità. Devi guardare molto bene per vedere tutto lì.

L’esatto opposto della stanza è la vista dalla finestra. Va al parco. Ci sono molti alberi, cespugli e una panchina per riposare. Tutta questa vista è coperta da uno spesso strato di neve. È raffigurato in un colore bianco freddo.

Sembra persino che ci sia un bagliore dalla luce che cade sugli alberi. Guardando la vista lontana, possiamo supporre che sia buio fuori, ma la neve è così pura e luminosa che è più leggera lì che nella stanza. È su questo sfondo luminoso che la figura scura della ragazza appare molto bene.

L’immagine colpisce per la sua espressività e nitidezza all’inizio della visione e affascina, lasciando una sensazione piacevole con un attento studio di essa. Forse questa non è l’opera più bella dell’autore, ma secondo i sentimenti emotivi, secondo me, una delle migliori.