Il venditore di piatti – Francisco de Goya

Il venditore di piatti   Francisco de Goya

L’immagine è scritta in maniera espressiva caratteristica di Goya e piena di personaggi. Ha una complessa composizione multidimensionale, che non consente nemmeno di catturare immediatamente il motivo principale dell’immagine. La prima è una grande carrozza con servitori insanguinati e un cocchiere.

Brillantemente, anche una pagina elegantemente vestita con tutte le sue forze si aggrappa alle cinture di trasporto.

All’interno puoi vedere una giovane donna aristocratica riccamente vestita che guarda fuori dalla finestra. Nonostante il fatto che i cavalli non siano raffigurati sulla tela, l’artista è riuscito a trasmettere un movimento attivo e impetuoso – sembra che la carrozza stia rapidamente sorvolando lo spettatore. E appena distratto dalla carrozza di passaggio, puoi vedere altri personaggi: il venditore di articoli per la tavola, che ha disposto i suoi prodotti sulla paglia, le donne che scelgono i prodotti, che è andato a letto con un abito scarlatto e una parrucca in polvere, appoggiandosi sulla spalla di un servo con un cappello a tre punte.

Diventa chiaro che ci viene mostrato il mercato – una scena quotidiana, quotidiana, piena di vita. Grazie all’artigianato di Goya, la tela è piena di luce e aria, i colori sembrano ricchi e naturali allo stesso tempo. Tutto su di esso sembra vivere secondo le proprie leggi interne.

Questo è un frammento di tempo, catturato per secoli.