Gioia della vita – Jean Antoine Vatto

Gioia della vita   Jean Antoine Vatto

I personaggi di Watteau non assomigliano a persone reali, si divertono nel grembo della natura, ma attori teatrali che recitano la commedia sullo sfondo di uno scenario raffigurante un parco o una radura della foresta. Allo stesso tempo, non sono nemmeno sempre vestiti con costumi “ovviamente teatrali”. Un esempio di tale connessione può servire come l’immagine “Gioia della vita”.

Si noti che il famoso “Pellegrinaggio all’isola di Kiefer” è una replica di una performance con una trama corrispondente, vista dal pittore nel 1709. Abbastanza spesso, i personaggi della commedia del arte appaiono nelle opere di Watteau, eppure lo spettatore ha sempre dei dubbi: quello che vede nella foto è davvero solo uno spettacolo? Anche se guardiamo l’immagine “L’amore nel teatro francese”, non sappiamo come collegarci a ciò che sta accadendo.

Probabilmente, dovremmo abbandonare i tentativi di distinguere tra i dipinti di Watteau e quelli che sono “dalla vita” e quelli che sono “dal teatro”, poiché non troveremo tali o altri in forma pura. Nei dipinti teatrali c’è sempre un pizzico di autenticità, la realtà di ciò che sta accadendo e nel “vitale” c’è una sfumatura mascherata. Forse era proprio questa dualità che Watteau era caro agli esteti dell’età dell’argento russa?