Chiatte per carbone – Vincent Van Gogh

Chiatte per carbone   Vincent Van Gogh

Il famoso postimpressionista Vincent Van Gogh amava ritrarre la natura alla fine della giornata al tramonto. Nel suo lavoro presenta diversi paesaggi di questo tipo, uno dei quali è il dipinto “Chiatte del carbone”. Il cielo giallo-verde è pieno di pennellate diagonali pastose di rosso, lilla e arancione.

All’orizzonte puoi vedere la città, la cui silhouette si staglia contro il cielo al tramonto. Solo una parte degli edifici è dipinta nel riflesso di una tonalità lilla. L’architettura urbana si riflette sulla superficie del fiume.

Molto artisticamente dipinte le piccole onde del fiume, che riflettono la bellezza del colore celeste. In primo piano davanti al pubblico compaiono chiatte di carbone sulla riva del fiume.

È tarda sera, ma nonostante ciò, le persone sulle chiatte stanno ancora lavorando, sui carrelli scaricano carbone sulla riva. E le chiatte e gli operai su di loro sono raffigurati come una sagoma scura, solo sull’uomo in piedi sulla riva è visibile una maglietta verdastra. Le persone sono sfinite dal duro lavoro, qualcuno sta riposando, sintonizzati sul duro lavoro, qualcuno è già occupato. Van Gogh ha spesso interpretato persone comuni che finiscono la giornata lavorativa a tarda ora.

Molto probabilmente l’artista la sera usciva sulla riva del fiume per godersi il panorama serale e osservare le attività di queste persone, che lo hanno impressionato e ispirato a scrivere questo paesaggio.

Le “chiatte del carbone” del paesaggio portano due stati d’animo contrastanti. Da un lato, questo sta ammirando la bellezza della natura della sera e, dall’altro, la simpatia per le persone coinvolte in un duro lavoro.