Badessa di Lucrezia Allardi Vertov – Giovanni Battista Moroni

Badessa di Lucrezia Allardi Vertov   Giovanni Battista Moroni

Moroni, noto per il potere del suo naturalismo, è considerato uno dei ritrattisti più abili del Cinquecento. Lontano dai modi cortesi di Tiziano, l’artista bergamasco ricrea la natura umana in una nuova prospettiva, originale e naturale. I suoi clienti, molti dei quali appartenenti alla classe benestante della provincia lombarda, sono raffigurati nella loro particolare situazione quotidiana.

Immagini dotate di profonda umanità, magistralmente trasmesse dall’artista attraverso il loro aspetto fisico e la psicologia comportamentale. La badessa è raffigurata su uno sfondo grigio, che sottolinea la monumentalità della sua figura e conferisce a tutta la composizione un certo rigore. I toni cinerea smorzati, tuttavia, diventano più luminosi dietro la schiena della donna, concentrandosi sulla testa grigia nella bella copertura del lavoro.

Nonostante l’artificialità del parapetto evidenziato con una delicata iscrizione in latino, la tela si allontana dalla rigorosa stilistica del ritratto ufficiale: il volto della badessa, con l’impronta del tempo spietato, non riflette alcuna ombra di arroganza o alienazione. Il suo sguardo concentrato e il suggerimento di un lieve sorriso danno un senso di sincerità e veridicità.