Adam and Eve (combinato) – Albrecht Durer

Adam and Eve (combinato)   Albrecht Durer

Essendo stato in Italia, l’artista trasferì nella sua nativa Germania i successi del Rinascimento italiano: non era mai stato raffigurato un corpo nudo con un tale rispetto impeccabile per le proporzioni. Ad ogni modo, sull’incisione di Adamo ed Eva sembrano fatti “di un impasto”: la potente Eve muscolosa sembra essere solo una copia un po ‘ammorbidita di Adamo. Immediatamente dopo il secondo viaggio italiano, l’artista, che fu profondamente colpito dall’arte dell’antichità, creò due dipinti gemelli: “Adamo” ed “Eva”.

Nel dipinto rinascimentale tedesco, questa era la prima immagine a grandezza naturale di una figura umana completamente nuda.

Dürer scrisse che da quando gli antenati furono creati a immagine e somiglianza di Dio, i loro corpi dovrebbero essere un modello di perfetta bellezza. E in effetti – i suoi Adamo ed Eva sono accattivanti e belli, ma belli in diversi modi: la giovane mascolinità di Adam enfatizza la dolce femminilità della sua ragazza. Sembra che il tenero corpo di Eva fiorisca in previsione di un felice amore terreno.

L’immagine originariamente era destinata a un altare personalizzato, contiene tutti gli attributi essenziali della scena dell’Autunno: l’albero, le mele, i serpenti, ma per motivi sconosciuti l’altare non è stato scritto, e questo non è certo una coincidenza.

Una simile immagine potrebbe svolgere il ruolo tradizionale, ricordando al pio parrocchiano della chiesa la peccaminosità della razza umana? I giovani peccatori sono troppo affascinanti per non suscitare simpatia, il loro peccato è disegnato troppo dolce per pentirsi di esso. Questo lavoro durato diversi decenni ha ispirato i suoi seguaci.

Su un’incisione di Hans Baldunga Green, “La caduta” nel 1517, Adamo, avendo appena assaggiato una mela, abbraccia risolutamente Eva, e nella foto dello stesso autore, nel 1525, Eva sembra timidamente casta.

Lukas Cranach the Elder Eve è una persona civettuola e seducente… Stavano arrivando nuovi tempi, il secolarismo era affermato accanto all’arte della chiesa, e gli astuti artisti del Rinascimento impararono a vedere non solo le prime persone e i primi peccatori, ma soprattutto solo le persone con tutti i loro peccati nelle immagini di Adamo ed Eva e virtù.