Palazzo Ducale – Claude Monet

Palazzo Ducale   Claude Monet

Nel 1908, Claude Monet compì il suo penultimo viaggio: viaggiando con sua moglie a Venezia su invito della famiglia di Curtis, un amico americano dell’artista John Singer Sargent, dove vive a Palazzo Barbaro sul Canal Grande. Monet decide di rimanere in città un po ‘più a lungo per lavorare, e si stabilisce per due mesi all’Hotel Britannia. È così affascinato dall’atmosfera di Venezia, dagli effetti di luce, dai riflessi dell’acqua e dai riflessi in esso dei monumenti che vi ritorna l’anno successivo.

Uno specialista di architettura, che ha affermato durante un’intervista che “Palazzo Ducale può essere definito come un esempio di architettura impressionista piuttosto che gotica”, ha risposto Monet: “L’architetto che ha concepito questo palazzo è stato il primo impressionista. Lo ha creato galleggiando sull’acqua, crescendo da acqua, che brilla nell’aria di Venezia, proprio come l’artista impressionista impone tratti luminosi su una tela per trasmettere un senso di atmosfera.

Lavorando su questa immagine, ho voluto scrivere esattamente l’atmosfera di Venezia. Il palazzo sorto nella mia composizione era solo un pretesto per rappresentare l’atmosfera. Dopo tutto, tutta Venezia è immersa in questa atmosfera.

Galleggiante in questa atmosfera. Questo è impressionismo nella pietra “.

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (3 votes, average: 3,33 out of 5)