Workshop su Kondamin Street – Frederik Basil

Workshop su Kondamin Street   Frederik Basil

Nonostante il fatto che la sua passione per la pittura Frederick Basile debba il lavoro di Courbet e Delacroix, l’artista stesso è stato in grado di creare uno stile unico e uno stile riconoscibile che, pur avendo una personalità pronunciata, si adattava organicamente al nuovo movimento rivoluzionario: l’impressionismo.

Il dipinto “Workshop on Kondamin Street” è, senza dubbio, una delle opere eccezionali del maestro, la cui creazione non è stata a lungo, attira l’attenzione come un documento unico di un tempo passato. Personaggi famosi sono raffigurati sulla tela, anche se al momento in cui l’opera è stata scritta la loro forte gloria era ancora avanti, tranne per il fatto che la fama scandalosa dopo il Salon del 1866 si ricordava di se stessa con risatine e beffe di stampa, impreparati per la nuova arte.

Emile Zola e Auguste Renoir sono appassionati di una vivace conversazione, Edmond Meter è un caro amico di Basil al pianoforte e l’artista stesso, in una società quasi omonima, è Monet e Manet. E quest’ultimo, dopo che Basile ha completato il dipinto, ha personalmente “evocato” la somiglianza del ritratto di Basilio, in modo che questa tela porti anche le sue talentuose pennellate. L’ampio spazio della stanza è raffigurato in un modo molto realistico, dove grandi dipinti voluminosi appesi alle pareti sono combinati con una grande vetrata sotto una tenda incurante e una stufa paunchy modestamente incastonata nell’angolo, da cui parte il tubo di riscaldamento.

L’immagine provocò molti discorsi, che Basile fu incredibilmente soddisfatto. E sebbene avesse ricevuto valutazioni più negative, il maestro era contento che iniziassero a parlare di lui.