Witches Sabbath – Francisco de Goya

Witches Sabbath   Francisco de Goya

“Witches ‘sabbath” – una delle immagini incluse nella serie di “immagini cupe”. La tela è stata scritta nel periodo più difficile della vita dell’artista, quando ha iniziato a perdere il suono e soffrire delle mostruose visioni che lo perseguitavano nel sonno e nella realtà. Ha trasferito queste incredibili allucinazioni alle pareti della sua stessa casa.

The Witches Sabbath si trovava lungo il muro della stanza e con il suo incredibile surrealismo e il suo colore cupo, ha portato tutti nella stanza in uno stupore. Solo il genio di Goya poteva far fronte a una tela così grande.

In questa immagine sono raccolte figure sproporzionate e francamente brutte con facce brutte in una moltitudine. La composizione si basa su un ovale, che crea una sensazione di rotazione continua di tutta questa massa scura e disgustosa. Questo è un riflesso delle opinioni dell’artista rotto e malato sul mondo.

L’instabilità politica, la paura per la propria vita, una grave malattia ha provocato la depressione, che ha provocato una serie di dipinti che colpiscono con la loro oscurità della percezione e l’espressione dell’immagine.

Nel tentativo di ritrarre tutti i vizi umani e le manifestazioni sataniche, Goya fa apparire distorte e disgustose le streghe. Questa è l’incarnazione del male universale a somiglianza umana, un riflesso artistico del doloroso mondo interiore dell’artista. Non c’è un accenno ai primi lavori di Goya in questa tela.

Non ci sono né colori vivaci né delicati volti graziosi dei suoi affascinanti spagnoli.

Solo colori scuri e mortali, la completa mancanza di bellezza e la circolazione intensa e innaturale di vari tipi di male. E dopo molti anni, “The Witches ‘Sabbath” colpisce per la sua espressione e la sua oscura espressività negativa.