Vulcano e Maya – Bartholomeus Spranger

Vulcano e Maya   Bartholomeus Spranger

Dipinto dell’artista fiammingo Bartolomeo Spranger “Vulcano e Maya”. Dimensioni del dipinto 23 x 18 cm, rame, olio. L’immagine è stata scritta da Spranger sulla base delle leggende mitologiche italiche.

Un vulcano, nella mitologia romana, rappresentava l’elemento distruttivo del fuoco. Come dio degli elementi, pericoloso per gli edifici urbani, Vulcano aveva un tempio sul Champ de Mars. Fu chiamato nelle preghiere e insieme alla dea della fertilità, Maya, ed era considerato la divinità del sole e del fulmine.

Successivamente, il vulcano fu identificato con Efesto e divenne venerato come il dio del fabbro e dei vulcani. Gli antichi scrittori romani menzionano la prima moglie del dio del fabbro Vulkan, alcuni la chiamano la dea della fertilità Maya, altri – Mayesta.