Vit Stvosh cieco con nipote – Jan Aloizy Mateyko

Vit Stvosh cieco con nipote   Jan Aloizy Mateyko

L’immagine del famoso scultore Vita Stevosh, il creatore di uno dei più bei altari gotici, fin da giovane affondò nell’anima di Mateyko. Nella sua foto, ha mostrato Stewosh a un vecchio che era cieco e stanco della vita. L’artista ha raccolto i fondi dall’esposizione pubblica del dipinto, nonché dalle vendite delle sue fotocopie, per il restauro dell’altare di Stvosh.

Al servizio della storia, Jan Mateiko ha creato circa 350 dipinti, un numero enorme di schizzi, disegni e schizzi. Considerava la pittura un tipo speciale di servizio in Polonia e disse ai suoi studenti: “Oggi l’arte è una specie di arma nelle nostre mani, l’arte è impossibile senza l’amore per la Patria!” Ha fatto del suo meglio per risvegliare il sentimento nazionale nei suoi connazionali che vivono in un paese diviso e frammentato.

In questo caso, Mateyko non ha scritto solo tele pompose su larga scala. Ha anche fatto riferimento a temi personali da camera, come esemplificato dai dipinti “Blind Vit Stvosh con sua nipote” o “Zygmunt August e Barbara Radziwill”.