Vaso con Gladiolo – Vincent Van Gogh

Vaso con Gladiolo   Vincent Van Gogh

Impressionato dalle opere degli impressionisti nel 1886, Van Gogh lavora su dipinti, tra cui colori e colori vivaci contrastanti. Le nature morte dipinte quell’estate si distinguono per una combinazione di colori come l’arancione e il blu, il viola e il giallo, il verde e il rosso.

Questo approccio innovativo consente all’artista di prevalere sulle solite opere calme, misurate e persino un po ‘grigie. È facile intuire che l’autore chiama le sue precedenti creazioni in questo caso poco appariscenti e grigie. I colori scuri venivano usati principalmente lì e l’immagine veniva percepita come qualcosa di standard, generalmente accettato. L’uso di colori brillanti e colori saturi consente all’artista di ripensare fondamentalmente il suo lavoro.

La natura morta con i gladioli è considerata dal maestro come allenamento e pratica della sua nuova tattica di creazione di un capolavoro. In questo lavoro, lo spettatore vede i colori rosso e giallo, uno sfondo verde intenso e delicatamente blu con un pizzico di blu. I colori del gioco e le combinazioni audaci ti consentono di ottenere l’effetto di un umore solare. Inoltre, tali esperimenti ci consentono di vedere il profondo ripensamento di Van Gogh alla sua stessa creatività.

Probabilmente il trasferimento dell’autore a Parigi, nuove impressioni e speranze hanno influenzato il tentativo di cambiare lo stile dei primi lavori.

L’articolo traccia una certa influenza del lavoro di Adolphe Monticelli. L’artista ha anche usato colori brillanti e traslucidi, che creano una certa impressione di ariosità e rendono l’immagine sublime e facile da percepire.