Una donna in una camicia seduta su una sedia – Pablo Picasso

Una donna in una camicia seduta su una sedia   Pablo Picasso

Il dipinto, incluso nella classifica delle opere più costose del grande Picasso, è dedicato a uno dei più potenti affetti sinceri dell’artista – Marcel Humbert, o meglio conosciuto come Eva Guell.

La loro storia d’amore è bella e tragica. Il maestro ha idolatrato la sua musa, facendo confessioni non solo attraverso i suoi dipinti, ma anche direttamente su di essi. Quindi, nelle immagini “Chitarra” e “Violino”, scritte nel 1912, si possono vedere chiaramente le iscrizioni, come se fossero accidentalmente inscritte nelle trame – “Adoro Eva”. La storia d’amore non durò a lungo, presto Eva si ammalò e iniziò a svanire davanti ai suoi occhi. Quando Picasso fu finalmente in grado di collegarla all’ospedale, pesò solo 24 kg.

Dopo qualche tempo, se ne andò e l’artista inconsolabile iniziò a vivere per un po ‘come una donna solitaria, piangendo la sua perdita.

Molti libri ti diranno che non è stato conservato un solo ritratto o foto di questa fatale bellezza. Tuttavia, questo è tutt’altro che il caso. Per quanto riguarda i ritratti, anzi nei dipinti scritti nello stile del cubismo, come “Donna in camicia”, non c’è bisogno di parlare della somiglianza con i ritratti, ma ancora un paio di fotografie di Eva sono conservate nell’archivio dell’amico di Picasso Gertrude Stein.

Il lavoro presentato è semplice nella trama, ma complesso nel contenuto. Solo la sedia e un frammento di camicia hanno contorni reali qui. Per quanto riguarda l’eroina stessa, possiamo solo indovinare le parti voluminose del suo corpo: il petto, i capelli fluenti, le lunghe ciglia e persino una pancia nuda con l’ombelico.

I critici d’arte notano che è stato con questo lavoro che l’artista ha anticipato l’intera direzione poliedrica: il surrealismo.

L’opera contiene uno stile scultoreo pronunciato – volume e forma così tangibili, combinati con la tecnica del collage. Combinazioni grottesche, proporzioni spezzate, una forma impensabile di trasmissione: quest’opera può essere compresa solo abbandonando completamente la logica coerente, basandosi solo sulla fantasia.

Il colore è risolto in colori caldi: marrone, beige, rosa. I colori suonano all’unisono, senza interferire con la percezione di un design cubico sottile.

L’immagine è balenata nel 1997 al codice dell’asta di Christie ed è stata venduta al Metropolitan Museum of Art di New York, dove si trova oggi.