Uccello in gabbia – Nicola Lancre

Uccello in gabbia   Nicola Lancre

Dipinto del pittore francese Nicolas Lancre “Uccello in gabbia”. La dimensione del dipinto è di 44 x 48 cm, olio su tela. Immagini con una trama sul tema degli uccelli, come, ad esempio, Bird in a Cage o Bird’s Nest, o Bird Catchers, erano molto popolari nei dipinti barocchi e rococò.

Nella forma e nell’aspetto generali del corpo, nelle dimensioni, nella struttura del becco, delle ali e della coda e nel modo di vivere, gli uccelli canori sono una grande varietà. La maggior parte vive nelle foreste. Si nutrono di cereali, insetti o altri piccoli invertebrati; degli uccelli canori, relativamente pochissime persone non mangiano affatto cereali, come ad esempio le rondini o, al contrario, sono esclusivamente uccelli granivori.

Durante la nidificazione, vengono sempre tenuti in coppie separate, anche se a volte, come corvi o rondini, intere società iniziano a nidificare.

In altri periodi dell’anno, di solito formano stormi grandi o piccoli. La maggior parte degli uccelli canori sono uccelli migratori; un po ‘vagare in inverno. Volare è buono, ma il loro volo è di solito corto. A terra, di solito muoviti saltando.

Con poche eccezioni, gli uccelli canori traggono beneficio dall’uomo sterminando una massa di piccoli insetti. I Warblers sono spesso tenuti in gabbia per il piacere che una persona dà loro il loro canto o la loro bella colorazione. Pochissimi evitano la vicinanza di una persona e non si stabiliscono vicino alle aree residenziali.

Circa la metà di tutte le specie conosciute di uccelli in generale appartiene al canto degli uccelli.

I più conosciuti sono: Siskin, canarino, grosbeak, fanello, fringuello, ciuffolotto piccola, tit grande, usignolo, pettirosso, Pettazzurro, Cinciarella, cardellino, passero, zoryanka, tetta, tetta, scricciolo Red Heads, crociere-Elovikov, il canto del merlo, scricciolo, ballerina, mestolo, storno, Codirosso, Silvia, Silvia, rigogolo. Gli uccelli che cantano sono divisi in granivori e insettivori.

La base di tale divisione, oltre al cibo, è anche la differenza nella cura e, inoltre, la differenza nel canto. Gli uccelli mangiatori di cereali sono facilmente fatti a mano e presto si abituano al cibo offerto dall’uomo, composto da grano e pane bianco. Il loro canto non è così vario, il tono della loro canzone è relativamente acuto e ruvido; il loro canto è apprezzato dalla selezione e dalla lunghezza delle ginocchia, dalla forza e completezza della canzone.

Gli uccelli insettivori richiedono cure più accurate e sono difficili da abituare al mangime finito; Il loro canto è incomparabilmente più vario e si distingue per la flessibilità dei suoni, la purezza e la melodia – è apprezzato per queste qualità; alcuni cantano principalmente di notte. Gli uccelli la cui canzone è composta da più ginocchia sono chiamati polistrofisti, mentre cantare solo un ginocchio è chiamato monostrofisti. Tra gli uccelli canori c’è anche la quaglia.

Gli uccelli canori sono tenuti in gabbie, pollai, gabbie e stanze speciali, nelle cui finestre vengono inserite cornici con una rete metallica in estate.