Trittico Braque – Rogier van der Weyden

Trittico Braque   Rogier van der Weyden

Di tutte le opere che ci sono pervenute da Rogier van der Weyden, questa è datata con la massima precisione. Sul retro delle ali del trittico si trovano lo stemma di un cittadino di Tournat Jean Braque e sua moglie, Catherine de Brabant, nonché il teschio e l’iscrizione: “Conoscere, ambizioso e orgoglioso, il mio corpo era un tempo anche bello, ma ora serve solo da cibo per i vermi “.

La coppia in questione si sposò intorno al 1451 e nel 1452 Jean morì improvvisamente, quindi possiamo presumere che il trittico fu ordinato in memoria di Jean Braque. O che il lavoro è stato ordinato per il matrimonio, ma poi è “rifatto” in un memoriale. Katerina sopravvisse molto a suo marito e nel 1497 menzionò questa immagine nella sua volontà, ma senza il nome dell’artista. Il pannello centrale del trittico raffigura Cristo con la Vergine e l’apostolo Giovanni.

Sui pannelli laterali, lo spettatore vede Giovanni Battista e Maria Maddalena.

Si noti che il “Trittico del matrimonio” – il primo nella storia dei Paesi Bassi, dipinto, dove le figure sono mostrate in vita. È possibile che questo principio di raffigurazione di figure che Rogir abbia preso in prestito dai maestri italiani.