Tre filosofi – Giorgione

Tre filosofi   Giorgione

Dipinto “Tre filosofi” dell’artista italiano Giorgione. Le dimensioni del master sono 124 x 145 cm, legno, olio. Come accennato, l’interesse per il ritratto non è tipico del lavoro di Giorgione.

Ciò non significa che i suoi personaggi, come le immagini dell’arte antica classica, siano privi di una particolare identità. Non lo è. I suoi saggi nella prima adorazione dei saggi e i filosofi nel dipinto I tre filosofi differiscono l’uno dall’altro non solo per la loro età, ma anche per il loro aspetto personale.

Tuttavia, con tutta la distinzione individuale delle immagini, i filosofi sono principalmente percepiti non tanto come personalità uniche, vivide, caratterizzate dal ritratto, o in particolare l’immagine di tre epoche, ma come l’incarnazione di vari aspetti, diverse sfaccettature dello spirito umano.

I tre filosofi, raffigurati dall’artista nell’omonimo ritratto, sono intriganti e vaghi: un vecchio, un uomo di mezza età e un giovane presentato accanto a una grotta oscura, presumibilmente sullo sfondo di un tramonto in una valle di montagna, possono essere tre maghi e allegorie di varie scienze e, infine, incarnazioni figurative tre epoche diverse nella vita dell’umanità. Questa interpretazione si applica pienamente all’immagine dell’artista “Tre età della vita”.