Tramonto a Venezia – Claude Monet

Tramonto a Venezia   Claude Monet

Il dipinto “Sunset in Venice” di Claude Monet, dipinto a olio nel 1908, appartiene al Museo Nazionale di Cardiff, la galleria d’arte nazionale del Galles. L’originale è dipinto a olio su tela, 65,2 cm x 92,4 cm.

Il termine impressione indica il processo di acquisizione delle informazioni sensoriali utilizzando la retina per riconoscere qualsiasi oggetto. Ad esempio, l’occhio vede prima piccoli punti neri prima di riconoscerli come pedoni in lontananza. Quando esci per disegnare, cerca di dimenticare che gli oggetti davanti a te sono un albero, una casa, un campo o qualcos’altro, spesso spiegato a Monet da un vicino di casa a Giverny.

Intendo solo un quadrato di blu, o un colore rosa oblungo, o una striscia di giallo, ma non un oggetto, sebbene gli dia un colore corrispondente alla realtà.

Questo metodo aiuta a non creare un’impressione ingenua dell’immagine e della scena che rappresenta. Più tardi ha detto che gli sarebbe piaciuto avere l’esperienza di un cieco che improvvisamente ha l’opportunità di vedere tutto per la prima volta. “Sunset in Venice” – un vivido esempio del lavoro dell’impressionista. L’immagine “Twilight in Venice”, che è stata scritta nell’autunno del 1908 a Venezia, appartiene alla stessa classificazione.

Il dipinto è stato creato quando Monet e sua moglie Alice hanno viaggiato in auto attraverso Venezia. La prima volta rimasero a Palazzo Barbaro, e poi – all’Hotel Brittany.

Fu lì che creò questo capolavoro. Quando Monet ha creato questo paesaggio scenico marino, ha iniziato a perdere la vista a causa della cataratta. Proprio come molti altri artisti che sono stati colpiti dalla malattia dell’occhio, questo lo ha portato a creare veri e propri capolavori. Monet vivaci colori blu, giallo e rosso sono stati utilizzati per rappresentare il tramonto a Venezia.

Dall’altra parte della laguna, vediamo Venezia e la chiesa sull’isola veneziana.