Tradimento di Giuda – Giotto

Tradimento di Giuda   Giotto

L’immagine della scena del tradimento è collocata sul lato sinistro dell’arco trionfale nella Cappella del Arena. Nell’interpretazione di questo evento evangelico, Giotto non si discosta dal suo modo preferito di comunicare a tutto ciò che sta accadendo in una visione di massima chiarezza e credibilità.

Dietro al traditore è mostrata la sagoma del diavolo, che lo spinge letteralmente a commettere un atto empio. Allo stesso tempo, questo motivo pittorico viene percepito visivamente come una sorta di ombra proiettata dalla figura di Giuda. Allo stesso tempo, il profilo caricaturato del tratto appare come una sorta di grottesca ripetizione, la brutta eco del profilo dello stesso Giuda Iscariota, che riceve i suoi trenta pezzi d’argento dai sommi sacerdoti.

Vale la pena notare quanto bene le figure di due sommi sacerdoti in piedi un po ‘più lontani siano in relazione con la rappresentazione del portico del tempio: i piani discendenti delle pareti superiori di questo backstage architettonico sembrano corrispondere a un’inversione delle loro figure.