Tea in the tavern (taverna) – Viktor Vasnetsov

Tea in the tavern (taverna)   Viktor Vasnetsov

Nei primi mesi affamati della vita di San Pietroburgo, quando vagò per la città, cercò dove fosse possibile mangiare a buon mercato e sedersi al caldo, più di una volta andò in un ristorante cattivo, in una sala da tè. Ho guardato a lungo, ho ascoltato conversazioni di vari visitatori, a volte ho fatto schizzi. Quindi l’immagine è stata formata.

La porta della casa da tè è aperta. Alla destra della porta al tavolo si trova un gruppo di contadini, apparentemente si tratta di un cartello di operai, che è venuto a San Pietroburgo per guadagnare denaro. Riposano dopo il lavoro. Sul tavolo ci sono due bollitori, come si supponeva allora, uno grande – con acqua bollente, l’altro piccolo, colorato – per il tè.

Il tè viene bevuto lentamente, con calma. Il ragazzo più giovane ha già bevuto un po ‘di tè, ha rovesciato una tazza, ascolta ciò che legge nelle lettere artel, che ha in mano un giornale. A sinistra della porta al tavolo c’è un vecchio; aveva un pensiero profondo e aveva un viso così sfinito che si può dire immediatamente: ha vissuto una vita difficile.

Un ragazzo, un servitore della taverna, si fermò sulla soglia; guarda un vecchio solitario che probabilmente trasporta una teiera e un piattino con lo zucchero. E alle spalle del ragazzo c’è un nuovo visitatore, come un artigiano alticcio.

L’immagine è stata esposta alla terza mostra itinerante, dove ha fatto una buona impressione sul pubblico.