Strega – Albrecht Durer

Strega   Albrecht Durer

Incisione di “Strega”, qui Durer ha interpretato la brutta strega, che si affretta al sabato. Si precipita in aria su un animale mitico, in cui il corpo della capra e la coda di pesce sono fantasiosamente combinati. In mano tiene una ruota che gira o un fuso, con l’altra mano tiene il corno di una capra. Inoltre, la capra si siede con le spalle alla testa.

Questa è una posa comune nel tema “strega”.

La strega si precipita rapidamente, è enfatizzata dai capelli che scorrono nel vento e dall’ombra nell’angolo in alto a destra. Questa strega è già una donna di mezza età, brutta. L’età ha lasciato tracce sul viso e sulla figura.

L’intero aspetto è disgustoso.

Anche le persone istruite di quel tempo credevano che ragazze e donne stringessero un’alleanza con i diavoli e diventassero streghe. Con stupore leggiamo le righe assetate di sangue del poeta e scienziato Mourner: “Bene, accendilo e accendilo!

Il 15 ° secolo in Germania era pieno di processi di combustione delle streghe. In ogni città gli incendi divampavano, in cui venivano bruciate le donne sfortunate accusate di stregoneria e i rapporti con il diavolo. Durer avrebbe potuto benissimo essere un testimone.

Le descrizioni dei fuochi su cui furono bruciate le “streghe” sono conservate nelle Cronache di Norimberga. Una volta una ragazza, una bellezza meravigliosa, fu eretta a Schwabach, una città vicina, su un falò. Prima che il fuoco annunciasse la sua confessione di essere una strega e una strega.

“No”, ha esclamato, “Non sono colpevole di niente! Ho confessato perché sono stato torturato terribilmente! Non ho fatto niente di male.” La folla attorno al fuoco tremò.

Ma i carnefici non avevano pietà. Quando è già stata avvolta dalle fiamme, ha continuato a leggere le preghiere ad alta voce, come riporta la cronaca, “per quanto avesse abbastanza voce e fumo nel fuoco, ha insistito che era piena di fede cristiana”.

Il tema delle streghe era popolare nella pittura europea di quel periodo, molti artisti di spicco rappresentavano le streghe. Anche Albrech Durer ha dovuto tenere conto dei gusti degli acquirenti, né ha rappresentato un sabato o un’esecuzione.