Sorgere della luna – Caspar David Friedrich

Sorgere della luna   Caspar David Friedrich

Esistono opinioni diverse sull’interpretazione delle figure di Friedrich. Molti credono che l’artista non sia stato forte nel rappresentare una figura umana, ed è per questo che ha preferito dipingerlo alla luce notturna o dal retro. Questa tecnica consente all’artista di contrassegnare solo la silhouette, riducendo al minimo il numero di piccole parti.

Tuttavia, è improbabile che una simile spiegazione possa essere considerata sufficientemente convincente se ricordiamo i pochi autoritratti dell’artista che dimostrano la sua capacità di trasmettere somiglianze.

Molto probabilmente, Friedrich ha ritratto i suoi eroi da dietro per dare alle figure un suono universale e creare un’immagine generalizzante. Un esempio lampante di questo approccio è il dipinto “Una donna alla finestra”, del 1822, in cui la moglie dell’artista fu trasformata in un’immagine collettiva di “solo una donna”. Allo stesso modo, l’artista risolve immagini maschili nei dipinti “The Wanderer Above a Sea of ​​Clouds”, 1818 e “Moonrise”, 1835-37.