Shevchenko con kobza sul Dnepr – Konstantin Trutovsky

Shevchenko con kobza sul Dnepr   Konstantin Trutovsky

Trutovsky Konstantin Aleksandrovich è un poeta russo di talento che ha amato l’Ucraina con tutto il suo cuore. Ha trascorso la sua infanzia a Kharkiv, dove ha ricevuto la sua istruzione primaria. Il lavoro di Taras Shevchenko e Nikolai Gogol ha fatto una grande impressione e ispirazione per lui. Ha anche creato immagini della vita di semplici contadini, e poi ha deciso di creare una tela “Shevchenko con un kobza sul Dnepr”.

Nell’immagine di Shevchenko, ha messo tutta l’anima di un popolo longanime.

Vediamo il bellissimo Dnieper molto diffuso. La natura è dilagante attorno ad essa con i suoi alberi fitti e verdi, splendide piante ed erbe. Nel profondo di questa bellezza si può vedere la chiesa.

Forse tra gli alberi si nascondevano le case basse di un piccolo villaggio. Ma il momento chiave dell’immagine è il primo piano.

Sulla collina, in un tripudio di fiori ed erba si trova il kobzar dell’Ucraina. Si trova su un ponte secco di un albero lungo spezzato. Con una mano tiene il kobzu, su cui si è appoggiato un po ‘. Indossa una camicia bianca, pantaloni larghi marroni e stivali neri. Da un lato gettato sopra il cappotto di pelle di pecora, che pende dietro la schiena. Sulla testa c’è un cappello cosacco alto.

Viso concentrato e un po ‘stanco. È difficile distinguere meglio i suoi lunghi baffi. Il cielo dietro la schiena di Shevchenko è chiaro, luminoso e calmo.

L’autore ha collegato due orgoglio dell’Ucraina in una tela. Questa è la bellezza delle vaste distese di campi e foreste e un talentuoso glorificatore nazionale.