San Giovanni Battista – Michelangelo Merisi da Caravaggio

San Giovanni Battista   Michelangelo Merisi da Caravaggio

Probabilmente, quest’opera di Caravaggio fu uno dei tre dipinti che portò con sé, andando da Malta a Roma nella speranza di ricevere il perdono di Papa Paolo V. dopo l’omicidio.

L’artista intendeva donare queste tele a suo nipote, il cardinale Shipione Borghese, affinché potesse chiedere il colpevole al pontefice. Il pittore non è mai tornato nella Città Eterna, essendo morto lungo la strada, ma la tela rimanente testimonia lo stato d’animo in cui si trovava negli ultimi anni della sua vita.

San Giovanni Battista, che, fin dal Rinascimento, è stato spesso ritratto non come un uomo maturo, ma come un giovane, è seduto perso nei suoi pensieri. Il suo aspetto è pieno di tristezza e né la luce calda che riversa la figura né il drappo rosso dissipano questa sensazione.

Caravaggio iniziò con stati d’animo brillanti e felici, poi scrisse opere piene di passioni e di drammi acuti, e alla fine arrivò a un dipinto pieno di un tragico senso dell’essere, che creò alla fine della sua breve vita. Il lavoro dell’artista riflette il suo percorso di vita.