Ritratto di signora nei panni di una sibilla – Guido Reni

Ritratto di signora nei panni di una sibilla   Guido Reni

Dipinto del pittore bolognese Guido Reni “Ritratto di signora nelle sembianze di una sibilla”. La dimensione del dipinto è di 92 x 74 cm, olio su tela.

Nel periodo della piena fioritura dell’arte italiana, vi fu un’intera falange di artisti dotati e brillanti che eressero un ritratto al grado di un dipinto altamente aggraziato, perpetuando l’intera essenza del personaggio di una determinata persona nel momento della sua espressione più brillante. Raffaello, Sebastiano del Piombo, Tiziano, Giorgione, Tintoretto, Caravaggio, Reni e molti altri maestri sono diventati famosi per i loro ritratti tanto quanto per i loro dipinti storici.

Il ritratto è diventato sempre più importante nelle attività degli artisti e in relazione alla direzione generale di queste scuole è stato migliorato principalmente in relazione al colore, alla luce e all’ombra. Con la fine del 17 ° secolo, il manierismo e la convenzione, stabiliti nell’arte in generale, impedirono al ritratto di rimanere all’altezza che aveva raggiunto e persino spinsero questo genere di pittura sullo sfondo.

Tuttavia, nel diciassettesimo e diciottesimo secolo, pittori ritrattisti notevoli come P. Minyar, G. Rigault, Detroit e N. Largillier in Francia, Kupetsky, R. Mengs e A. Graf in Germania, Reynolds, Laurens e Gainsboro in Inghilterra lavorarono, Goya in Spagna, Levitsky e Borovikovsky in Russia.