Ponte Taykobashi e Yukhinok Hill a Meguro – Ando Hiroshige

Ponte Taykobashi e Yukhinok Hill a Meguro   Ando Hiroshige

Non solo un’immagine affidabile del terreno e nemmeno l’elevazione di un particolare motivo topografico al livello di un simbolo, ma la creazione di un’immagine della natura rifratta attraverso il prisma di sperimentarla da un essere umano e allo stesso tempo agire sulle anime delle persone creando il loro umore speciale dipendente dallo stato della natura – l’obiettivo ambiguo e complesso che Hiroshige si prefiggeva.

Tali compiti sono nuovi per le incisioni di paesaggio ukuye-e, ma allo stesso tempo rispettano pienamente i suoi principi, corrispondono in misura molto maggiore rispetto ai paesaggi di Hokusai, che sono monumentali e spesso distaccati dalle emozioni umane, in cui l’uomo appare come parte inanimata della natura.

In accordo con l’orientamento di ukuye-e verso il mondo della vita quotidiana, Hiroshige non è estraneo alla vita di tutti i giorni, non ci sono oggetti “volgari”, nelle sue opere qualsiasi motivo paesaggistico riflesso nella percezione umana è un modo per comprendere l’essenza della natura e della sua anima.