Perseo e Andromeda – Federico Leighton

Perseo e Andromeda   Federico Leighton

Tra gli artisti preferiti di diverse epoche di soggetti mitologici, la storia di Perseo e Andromeda è una delle più popolari. Oltre a Frederick Leighton, è stata affrontata da un maestro molto più illustre – P. P. Rubens.

Certo, la pittura è un genere per molti aspetti condizionato e statico. La base di molti dipinti – l’episodio, il caso. Molto, come si suol dire, rimane “dietro le quinte”. Ogni episodio ha uno sfondo e un finale.

Quindi in questo caso.

L’inizio della storia di Andromeda è noto dai miti. Fu deciso di sacrificare il mostro marino per placare il dio dei mari e degli oceani di Poseidone. La testa di questo terribile mostro e le ali sporgenti dietro la schiena, o le pinne sbagliate, sono visibili nella foto. Caduta assetata di sangue rivelata e brama il sangue di un’altra vittima. Per quanto riguarda Andromeda stessa, è incatenata a una roccia sul mare.

Invano la giovane bellezza, nuda e tettona, cerca di liberarsi dalle catene. Sembra che non ci sia via d’uscita e che l’inevitabile sta per accadere.

All’orizzonte, nel tramonto abbagliante del sole, l’eroe Perseo appare sul cavallo destro Pegaso. I loro contorni sono solo indovinati. Davanti c’è il duello mortale tra Perseo e il mostro inviato da Poseidone, e la vittoria di Perseo e l’amore di Andromeda per il suo liberatore.