Parte sette – Les Edwards

Parte sette   Les Edwards

Les Edwards ha studiato all’Art College dal 1968 al 1972, in cui, secondo lui, è stato dichiarato direttamente che, secondo l’opinione generale del personale docente, non avrebbe mai potuto diventare un illustratore. Gli insegnanti del college ritengono che Les Edwards non sarebbe in grado di svolgere questo lavoro.

Ma, contrariamente alle previsioni non ottimistiche degli ex mentori subito dopo il diploma di istruzione superiore, Edwards è stato accettato dall’agenzia di giovani artisti di Londra come illustratore freelance. L’artista in carriera è salito vertiginosamente, grazie all’entusiasmo e al duro lavoro di Les Edwards. Le sue fruttuose attività includevano la collaborazione con campagne pubblicitarie, illustrazione di romanzi e persino lavori come art director nella realizzazione di un film.

Ma Les Edwards ha ricevuto il massimo riconoscimento per il design delle copertine di libri di fantasia, horror e fantascienza. A prima vista, il dipinto di Les Edwards “Lotto di sette” ricorda le storie d’infanzia, allo stesso tempo terribile e attraente in modo misterioso. Ma questa storia è più probabile per gli adulti.

Le luci stanno bruciando all’interno della cappella distrutta nel cimitero a mezzanotte. Sette figure misteriose in abiti scuri vengono inviate oltre le croci del cimitero fino alla cappella. Vagano abitualmente e obbedientemente uno dopo l’altro, obbedendo agli ordini del signore invisibile.

Custodi dei sette sacramenti. Il peso degli impegni presi nel momento della disperazione, li ha riuniti e li fa venire al cimitero di notte e adempiere alla volontà del loro padrone, sovrano delle tenebre.