Paris Street – Maurice Utrillo

Paris Street   Maurice Utrillo

Quando Utrillo iniziò a dipingere la sua “strada di Parigi”, era già un artista riconosciuto. I suoi dipinti sono stati esposti a Parigi e Monaco, insieme a quelli di Cezanne, Picasso, Matisse. Nel 1912, a Parigi, si tenne la prima mostra personale di Utrillo.

Negli stessi anni, l’artista iniziò a viaggiare: visitò l’Inghilterra, visitò la Corsica. Forse è stato quest’ultimo che per molti aspetti ha portato a un cambiamento dell’intero concetto artistico di Utrillo: il “periodo bianco” della sua opera è terminato e ha avuto inizio un “periodo” di colore più saturo.

Nel dipinto “Paris Street” vediamo un cielo luminoso, facciate luminose di case, illuminate dalla luce dorata del sole. E la stessa strada sembra un arco di luce. Le figure, situate, come sempre con Utrillo, con le spalle allo spettatore, si stanno dirigendo verso Montmartre. L’atmosfera dell’immagine è piena di pace e nulla predice l’imminente inizio della prima guerra mondiale. Sebbene Utrillo abbia datato questa foto, non ha indicato il nome esatto della strada.

Eppure è chiaro che questa strada si trova nelle vicinanze di Montmartre, – testimonia eloquentemente la sagoma del mulino Moulin Ze la Galette, conservato sulla cima di una collina.

Nel 1820, la famiglia Debre, proprietaria del mulino, trasformò l’edificio in una sala da ballo che in seguito divenne famosa, immortalata sulle tele di Renoir, Tolosa-Lautrec e Van Toga. La sala da ballo Moulin degli affari di Galette durò fino al 1966.