Non scherzare – lascia venire! – Vasily Vereshchagin

Non scherzare   lascia venire!   Vasily Vereshchagin

A proposito della guerriglia è spesso solo nei libri e nei film che puoi trovare informazioni più dettagliate. Ma è ancora molto difficile immaginare come tutte le persone fossero unite nella lotta contro il nemico comune, che ha lasciato la casa e si è recato nelle condizioni di vita ovviamente sfavorevoli, nelle foreste. Dove spesso non è stato possibile mangiare correttamente, mantenere l’igiene e persino rilassarsi.

Perché? In questo modo l’esercito nemico fu sconfitto e la terra nativa fu probabilmente liberata.

L’immagine del grande pittore V. V. Vereshchagin “Don’t Zamay – Let Me Go!” Mostra solo le difficoltà che ricadono in molti distacchi partigiani. Molto diventa chiaro. Ad esempio, come sono sopravvissuti in quei primi anni e cos’altro hanno dovuto affrontare.

In che modo i personaggi raffigurati nell’immagine mostrano un incredibile coraggio degno di emulazione?

Sulla tela ho visto sette persone. Tutti, a giudicare dagli abiti e dalle barbe rigogliose, appartengono alla gente comune, che ha condotto il suo solito stile di vita, guadagnando il cibo modesto della loro famiglia. Ma qui la guerra ha fatto irruzione nella loro dura vita, che nessuno sogna o chiede.

Ha spinto ulteriormente le persone verso la povertà e la stagnazione. Ma le persone non potevano sedersi a casa quando il nemico era sulla soglia. Tutti ribelli! ognuno prese la sua arma e andò a difendere la terra russa, la sua casa, la sua famiglia e il re. Che tipo di arma è un uomo comune?

Forcone, sì pale, asce, sì pugni. Quindi gli uomini nella foto sono quasi disarmati e vanno dai francesi.

Spero solo di proteggere le fitte foreste e i percorsi dei conoscenti, ma di essere furbo. Il personaggio che recita in primo piano sembra molto fiducioso e calmo. Nell’arsenale ha un’ascia, amici e destrezza.

Sa che i francesi si sentiranno a disagio nell’usare le loro armi nella prossima battaglia. Pertanto, chiede ai suoi compagni di non spaventarli e di avvicinarli. Forse, da qualche parte nelle profondità hanno paura, perché sono venuti fuori da una persona.

E non solo per una cosa, ma per un intero esercito di francesi armati e addestrati. Ma la terra natale e la natura russa per aiutarli!

Penso che anche se non fossero riusciti a sconfiggere tutti i nemici e fossero caduti, la loro morte non sarebbe stata ancora vana. Li ha resi felici. Dopotutto, sono morti per la loro terra, per la loro fede, per la loro idea.