Nel nord, selvaggio… – Ivan Shishkin

Nel nord, selvaggio...   Ivan Shishkin

L’immagine è basata sull’omonimo poema di M. Yu Lermontov.

Nella foto suona il tema della solitudine. Su una roccia nuda inespugnabile, in mezzo al buio pesto, neve e ghiaccio, sorge un pino solitario. La luna illumina una gola scura e una distanza infinita coperta di neve.

Sembra che in questo regno del freddo non ci sia nulla di vivo, tutto intorno si è fermato. intontito. Ma sull’orlo della scogliera, aggrappato disperatamente alla vita, un solo pino si erge orgoglioso. Pesanti fiocchi di neve scintillante incatenarono i suoi rami, tirandolo a terra.

Ma il pino con dignità porta la sua solitudine, il potere del freddo intenso non è in grado di romperlo.

Cosa sta pensando, sognando, in piedi sul bordo della roccia? Forse, riguardo a qualcuno che è anche lontano da qui, con fermezza e orgoglio porta la sua solitudine, indipendentemente dalle catene che impediscono loro di incontrarsi?

L’immagine è piena di silenzio e silenzio, c’è un freddo versato nella natura. A differenza di altri paesaggi, questo piuttosto lirico, pieno di sottile sentimento spirituale.

A nord, selvaggia si trova sola su una cima nuda di un albero di pino E sonnecchiando, dondolando e nevicando, vestita come una riza, lo è. E sogna tutto ciò che è lontano nel deserto, nella regione in cui il sole sta sorgendo, solo e bello sulla scogliera di carburante cresce una palma triste.