Negozio – Frans Snyders

Negozio   Frans Snyders

Frans Snyders – il famoso pittore fiammingo e maestro della natura morta. Provando dipendenza dalla pittura, si iscrisse agli studenti dei famosi maestri Jan Breugel il Giovane e X. Van Balen. Dal 1602 al 1609 Snyders ha vissuto e lavorato in Italia. Dopo il 1609 si trasferì ad Anversa e iniziò a lavorare nell’officina dell’artista di fama mondiale – Rubens. Nel laboratorio, Snyders dipinse principalmente fiori, frutti e figure di animali per dipinti di un mentore.

Osservando costantemente il lavoro del maestro, Snyders adottò senza dubbio alcune delle sue tecniche e idee sulla pittura, e in futuro il suo lavoro influenzò chiaramente il grande maestro.

All’inizio della sua carriera, Snyders ha scritto piccole nature morte composte da diversi oggetti, di solito cestini e diversi vasi di frutta. Più tardi, dipinse principalmente opere monumentali di grande formato, dove sui tavoli e sui banconi c’erano carcasse di selvaggina uccisa, vari frutti, fiori, verdure; le nature morte sono spesso integrate con immagini di uccelli e animali. Snyders con amore descriveva la ricchezza della natura e l’abbondanza di doni della terra. È difficile applicare il termine “natura morta” – “natura morta” alle immagini di fiori e frutti strappati, pesce pescato e cacciagione ucciso su tele di Snyders, perché nei suoi quadri un mondo vivace, florido e abbondante si apre allo spettatore.

L’artista con grande sincerità ha cantato e mostrato a confronto la forma, la trama e il colore degli oggetti nella foto. Tutti i soggetti Snyders si sono uniti in una magnifica composizione, dove la scala dei colori è stata rigorosamente mantenuta, i toni e le forme differivano da moderazione. Un esempio di tale tecnica è una serie di dipinti raffiguranti negozi di carne, pesce e frutta. Queste opere sono conservate nell’Ermitage.

Tuttavia, a Snyders non piaceva disegnare le persone, su molte delle sue tele le figure delle persone sono state scritte da artisti come A. Van Dyck, J. Jordan, C. de Voy e altri.

Una delle famose opere di Frans Snyders è una serie di quattro monumentali “Shop”. Questi dipinti sono forse gli unici il cui nome è noto. Secondo la testimonianza degli autori del XVIII secolo, erano il vescovo Anthony Trist. Le “bancarelle” dovevano decorare la sala da pranzo davanti al suo palazzo.

In questi dipinti, Snyders ha mostrato la splendida magnificenza della natura. Carcasse di carne, mucchi di frutti maturi, pesanti di succo traboccante, sono ammucchiati sugli scaffali o sul pavimento, riempiono i cestini, le vasche, i secchi.

Snyders organizza deliberatamente gli oggetti in modo tale che sembrano tagliati come una cornice, il che fa sì che lo spettatore continui mentalmente la composizione, crea una sensazione di infinito spazio. La conoscenza e l’accuratezza della riproduzione da parte dell’artista di tutte le inesauribili ricchezze della natura stupisce. Qui ci sono gli abitanti delle profondità del mare e del fiume, gli uccelli domestici e gli animali selvatici che vivono nei boschetti della foresta e tutti i tipi di frutti di piante di diverse latitudini.

Sotto il pennello di Snyders, tutto questo splendore, che l’artista ha trasmesso con grande potere pittorico e naturalismo, si fonde nell’immagine collettiva della grande Natura.

Nelle nature morte di Snyders, oggetti di grandi dimensioni coprono completamente lo spazio scenico. Collega questi frammenti con l’altro colore e conferisce alla composizione un’unità decorativa. Le magnifiche nature morte di Frans Snyders sono sature di colori interi e luminosi.

Grazie a queste tecniche, le opere decorative dell’artista hanno decorato le sale, i palazzi e i castelli dei re e dei grandi delle Fiandre.