Nave sulla costa – Ivan Aivazovsky

Nave sulla costa   Ivan Aivazovsky

Il tema del mare, come il mare stesso, sembrerebbe infinito. Non c’è nessuno che lo abbia visto e rimarrebbe indifferente al mare. Ma Aivazovsky è stato in grado di “parlare” di questo meraviglioso miracolo della natura a modo suo – attraverso i dipinti.

Poteva trasmettere il suo amore agli altri. Un esempio di questo è il dipinto “Nave sulla costa”. Perché lo sguardo si ferma immediatamente a tutti i dettagli che voglio vedere lì?

Cosa voleva dire l’autore con questa foto, e ci è riuscito?

La prima cosa che ho notato quando ho visto la foto, ovviamente, è stata la nave stessa. Nonostante il fatto che la nave sia ormeggiata, sembra che si stia muovendo da qualche parte. Un tale enorme potere dinamico è incorporato nell’intera immagine della nave. Le sue vele sono sollevate, la bandiera sventola come un uccello e persino onde bollenti lo spingono in avanti.

Il cielo stesso, come per indicibile persuasione, agisce come un tutt’uno e non rimane calmo. Ho potuto sentire l’immagine. E il rumore del mare, da cui tutto dentro è pieno di ansia e pacificazione. E le grida dei gabbiani costieri, i suoni che chiamano, spaventosi.

E anche il cielo trasmette ansia. Solo la voce gentile di un lontano veliero calma, parla del futuro.

L’artista, raffigurante la nave, si concentra maggiormente sulla tempesta. Sull’eccitazione che porta. Anche quelli a terra hanno molte cause di preoccupazione. Pertanto, una piccola nave che è quasi sopravvissuta all’elemento e sta per emergere vittoriosa in un combattimento con la natura è un eccellente esempio di perseveranza e forza. Perché puoi credere nella prossima liberazione?

Il cielo sta già iniziando a sbirciare attraverso il sudario delle nuvole grigio-verdi. Qui fa l’occhiolino alla speranza di tutti i sopravvissuti.

Quando ero ancora piccolo, ho visto il mare per la prima volta. Poi ho capito che ha un’enorme forza e passione. Nessuno può superare il suo temperamento. Quindi vale la pena combattere?

Le persone su questa piccola nave, che interpretava Ivan Konstantinovich, volevano sopravvivere e sfidavano il potere degli elementi. Hanno vinto, lasciando una chiara edificazione a tutti. “Vuoi vincere? Combatti!”