Natura morta con camelie, primule, gigli e acquario di pesci rossi – John Wainwright

Natura morta con camelie, primule, gigli e acquario di pesci rossi   John Wainwright

Fintanto che un’artista di talento è costretta a industrializzarsi come lavoro femminile per guadagnare il suo pane quotidiano, presterà sicuramente attenzione a come vengono vendute audaci nature morte, a come le opere di questo genere vengono fatte volentieri da ricchi signori. Bene, possono essere compresi: è relativamente poco costoso, e sui fiori e sul verde, come sapete, gli occhi riposano e i nervi stanchi si calmano.

Naturalmente, la passione per la natura morta è di natura temporanea e quindi passa per molti. Ma l’artista ha l’opportunità, come si suol dire, di ottenere una mano, per acquisire l’esperienza tecnica necessaria, in modo da osare passare in seguito ad argomenti, motivi e argomenti molto più seri.

La natura morta più ricca è stata dipinta dall’artista inglese John Wenright nel 1866. Contiene il cosiddetto. primule – quindi, la primavera è in pieno svolgimento. Camelie e gigli molto più lussuosi sono fiori aristocratici, che simboleggiano la purezza e l’innocenza. Non è un caso che all’esterno del vaso in cui si trova il bouquet siano raffigurati due ragazzi amorini, poiché il bambino di tutte le nazioni simboleggia anche queste due qualità. Infine, ciò senza il quale la natura morta non è natura morta – pesce rosso in un acquario, esseri viventi.

Mentre vivo… Dopo tutto, la traduzione letterale della parola “natura morta” – “natura morta, morta”. Così preoccupato per il loro destino.