Nanna – Anselm Feuerbach

Nanna   Anselm Feuerbach

L’opera dell’artista tedesco Anselm Feuerbach, nipote del famoso filosofo L. Feuerbach, si basava in gran parte sugli ideali del tardo romantico e del “Nazareno”. L’artista ha studiato all’Università di Friburgo, a Düsseldorf e all’Accademia delle arti di Monaco. Amava il genere storico, trascorse diversi anni a Parigi, dove la pittura di G. Courbet attirò la sua attenzione.

Dal 1855 al 1873 Feuerbach visse in Italia, poi insegnò all’Accademia delle Arti di Vienna, guidò la classe di pittura storica.

Feuerbach ha lavorato in altri generi. Iniziò come ritrattista, poi, seguendo le tradizioni dei romantici, si rivolse al tema orientale, dipinse paesaggi, creò molti dipinti su temi mitologici, si rivolse all’immagine di Dante. “Nanna” – una delle opere scritte da Feuerbach in Italia e raffigurante la famosa modella Nanna Reesi, nell’interpretazione dell’immagine di cui c’è un certo manierismo, passione per “bello”, tipico della pittura del salone. Feuerbach, dando drammaticità all’immagine di Nanna, creò un tipo generalizzato di orgogliosa donna romana. Altre opere famose: “Medea”.

1870. Nuova Pinacoteca, Monaco di Baviera; “Ritratto di uomo”. 1851.

Museo delle Belle Arti Pushkin. A. S. Pushkin, Mosca; “Autoritratto”. 1852.

Hermitage, San Pietroburgo; “Dante e Pari donne.” 1858. Kunsthalle, Karlsruhe.