Mulino abbandonato – Fedor Vasilyev

Mulino abbandonato   Fedor Vasilyev

Tra tutte le opere eseguite da Vasilyev in Crimea, “The Abandoned Mill” è solo e sembra circondato dal mistero, poiché non ne troviamo alcuna menzione in nessuna delle sue lettere.

Esternamente, anche qualcosa di incompiuto, questa immagine in realtà va ben oltre i limiti di una trama specifica con il suo contenuto ed esprime affascinanti impressioni della natura ucraina con la sua particolare “anima poetica” in termini di magazzino.

L’immagine è realizzata in tonalità verdastre e grigio-argento, il colore del verde sembra aver cambiato il suo colore naturale. Grazie alla luce indistinta ancora fredda addolcita dalla foschia della nebbia, divenne più incerta e acquisì sfumature argentee. Tutti i colori sono entrati nella forma dell’immagine nella loro combinazione del modello di colore comune meravigliosamente vero caratteristico dell’ora dell’alba.

Passato davanti all’attenzione dei contemporanei alla mostra postuma di Vasilyev nel 1874, è ora percepito come uno dei suoi più grandi successi, esprimendo l’obiettivo principale delle aspirazioni – essere in grado di “indovinare” e rivelare nella foto ciò che l’artista può vedere solo con l’occhio interiore. Questo, probabilmente, spiega il modo lungo e complicato della sua creazione, riflesso in una certa misura nei disegni compositi eseguiti da lui.