Mietitori – Kazimir Malevich

Mietitori   Kazimir Malevich

Il fondatore dell’astrattismo russo Kazimir Malevich ha lasciato un segno importante nell’arte. Oltre alla pittura, Malevich ha studiato filosofia, compresa la filosofia dell’arte.

Il dipinto di “Reapers” di Kazimir Malevich si riferisce al cosiddetto periodo “contadino” dell’attività creativa dell’artista. Oltre a questa tela, durante questo periodo sono stati scritti “La testa di un contadino” e altre opere. Il dipinto “Reaper” raffigura tre donne in un campo durante la stagione del raccolto.

L’artista ha cercato senza abbellimenti di trasmettere la solita vita contadina rurale, l’onere del lavoro sul campo. Questo è tutto letto sul volto della donna in primo piano. A sinistra, l’artista ha raffigurato l’ombra di un albero in cui le donne possono trovare riparo dal sole cocente.

Sullo sfondo, l’artista ha raffigurato la chiesa Nikolsky nel villaggio di Romashkovo, dove amava andare a lavorare. L’artista ha addirittura lasciato in eredità se stesso in quei luoghi, quindi è possibile che la sua tomba sveli lo stesso aspetto che è rappresentato nel dipinto “Reaper”.

Kazimir Malevich con grande attenzione si avvicinò all’immagine della vita contadina. Considerava impossibile la vita contadina senza religione e icone, motivo per cui i suoi dipinti del ciclo contadino sono influenzati dai principi della pittura russa di icone.