Meleagro e Atalanta – Jacob Jordaens

Meleagro e Atalanta   Jacob Jordaens

Dipinto dell’artista fiammingo Jacob Jordaens “Meleagr and Atalanta”. La dimensione del dipinto è 152 x 120 cm, olio su tela. Quest’opera appartiene al primo periodo del pittore.

All’età di venticinque o venticinque anni, oltre alle tele di soggetti religiosi, Jordaens scrisse parecchi dipinti su famosi temi mitologici.

Meleagro, nella mitologia – l’eroe dell’Aetolia, il figlio del re caledone Oineus e Alpha, il marito di Cleopatra. Quando Artemide, arrabbiato per il fatto che Oine non offrisse i suoi sacrifici, mandò un cinghiale nel paese, Meleagro riunì i cacciatori più famosi della Grecia, con l’aiuto del quale riuscì a uccidere il cinghiale. Atalanta: l’Arcadiano, figlia di Yaz e Klymene; lodato nelle leggende greche come un glorioso cacciatore, abile nel tiro con l’arco.

Atalanta fu gettata da suo padre, che voleva un figlio, sul monte Parthenion, nutrito dai pastori, che in seguito tornarono dai suoi genitori. Centauri Roic e Gilay caddero dalle sue frecce, pensando di seguirla. Secondo alcune leggende, Atalanta prese parte alla campagna degli Argonauti, ma secondo leggende più comuni – nella caccia al cinghiale caledoniano, a cui inflisse la prima ferita, per la quale Meleager le presentò un trofeo di caccia – la sua testa e la pelle di un cinghiale.